ANATOMIA

 

 La capretta tibetana è un animale piccolo ma relativamente muscoloso. Il rapporto circonferenza corpo (o anche peso) e altezza è superiore a quello di tutte le altre capre. Questi animali nascono senza rumine e, pertanto, nei primi mesi di vita hanno uno stomaco come quello della maggior parte dei mammiferi, uomo compreso. Il rumine si sviluppa solo in un secondo momento ed è frutto di quadricompartazione dello stomaco.

La lunghezza e la robustezza del pelo cambiano nettamente a seconda della stagione ed, in generale, i maschi hanno peli molto più lunghi e folti delle femmine.

Il muso ed il collo di questo animale sono più corti, tondeggianti e piatti di quelli delle altre capre; analogamente anche le mascelle e la fronte sono proporzionalmente più ampie. Generalmente le femmine sono meno muscolose e hanno colli meno tozzi dei maschi.

La spina dorsale è normalmente più pronunciata nella zona lombale. La coda sembra mozza e, normalmente, è tenuta verso l’alto. Le gambe posteriori sono robuste e ben distaccate tra loro. Hanno il garretto molto basso con tibia e femore più lunghi rispetto alle altre specie.

 

Rispetto alle altre capre ha maggior vigore e resistenza fisica accresciute da un'ottima capacità toracica e stomacale.